PMI Professionisti d’Impresa

Giornale

http://www.ilmondoinprimopiano.it/moda/sartoria-su-misura/principe-di-eleganza.html

 

La lavorazione.

L’abito viene drappeggiato direttamente sul corpo. La cucitura a mano conferisce alla giacca la massima elasticità, rendendola confortevole come una “seconda pelle”. La “Giacca Napoletana” è un capo di culto dell’eleganza per il suo taglio classico, per i suoi interni morbidi, per la sua linea particolarmente ampia: il vestito deve appoggiarsi alla persona, non essere cucito addosso. I tessuti nobili utilizzati per confezionare i nostri capi sono la lana, il cachemire, la vigogna, la seta e il cotone. La materia prima di confezionamento è al 100% in fibra naturale, trattata nel primo passaggio in laboratorio, alle fasi di vaporizzo e decatizzo, per ottenere la completa stabilità dimensionale. La giacca prende vita da un pezzo di carta: il carta- modello. Il sarto, prese le misure al cliente, le trasforma in linee di geometria piana, che serviranno a guidare il taglio del tessuto. Ogni artigiano segue la costruzione di un capo dall’inizio alla fine, in modo che sia possibile personalizzare al massimo la lavorazione. Nel corso della sua realizzazione l’abito viene continuamente stirato per scolpire il tessuto, dargli i garbi e le forme, secondo la procedura di stiro tradizionale: con l’uso del ciuccio cioè il cavalletto da stiro di legno e con lo stuppolo, tampone di feltro imbevuto d’acqua, per tessuti preziosi. Anche gli interni sono realizzati in laboratorio con materiali completamente naturali quali crine di cavallo, pelo di cammello o di capra, etc. Le tele e le imbottiture, quasi come un’armatura, danno forma al capo inserite sulle spalle e nella parte interiore della giacca. L’operazione di modatura con ago filo e ferro da stiro li rende flessibili ed elastici, come vuole la scuola napoletana, dalla spalla poco imbottita e dagli interni ridotti al minimo indispensabile. Le fodere interne sono di seta pura e impunturate a mano lungo le paramonture, le spalle, i giri, gli spacchi, il collo e le tasche.
Il collo viene cucito a mano in ogni sua parte interna ed esterna, in modo che possa posarsi perfettamente sulla tela; dettaglio riconoscibile dalla cucitura che lega il collo al rever della giacca. Alle asole fatte a mano e con la tradizionale forma a pipa, ai bottoni applicati a mano ad impreziosire l’abito, con un filato robusto ma luminoso ed elegante, si aggiungono a chiudere l’opera di sartoria le impunture, punti di abbellimento realizzati con filo di seta lucido, con cadenza di 2 o 3 millimetri, sui profili del petto, del collo, delle tasche, delle maniche e delle spalle. La fase del taglio è realizzata completamente a mano e conferisce al capo la decisiva impronta di Maestria Sartoriale.

The Rake

“Enrico Manzo”, as known as “Principe d’Eleganza”, is one of the most famous “Italian Tailor’s” and one of the most iconic “Neapolitan Tailoring” ambassador.

The-Rake

Esquire Best Dressed 2016

Enrico Manzo
56, Italian. Neapolitan Master tailor
***

How would you describe your style?
My style is simple but elegant. I enjoy adding a few accessories to my outfits but keeping it elegant and comfortable, without the aim of being in the spotlight.

What does your style say about you?
Style reflects the personality of each person; mine is spontaneous and discreet, far from ostentatious. My look is like my lifestyle: never eccentric but pretty unique.

What’s the best style advice you can give our readers?
Always be true to yourself. Be the creator of your own style rather than following certain trends, and make sure your look puts across your personality and character.

What’s the best style advice you’ve ever been given?
My grandfather used to tell me that an elegant man is a man who can stand out with simplicity.

How has your style changed as you’ve got older?
It hasn’t changed too much, it has just adapted to life changes, such as work.

Does your style change when you travel?
I go for a comfortable look while travelling; nevertheless I always keep it neat and in line with my personal style.

What three wardrobe items can you not live without?
Light blue button-down shirts for the day and white button-down shirts for the evening; a leather jacket and a classy bag — the sign of a true gentleman.

Who’s your style icon and why?
The Italian actor Vittorio De Sica. I like the way his look told people a lot about his personality.

What is your favourite outfit and why?
I love wearing my bespoke suits; grey for the daytime and blue for the evening. In the winter I top it off with a warm, pure cashmere-lined coat.

Best Dressed Man 2016
Interviu

Pagina 1 di 41234